Come Si Costruisce un Brand?

come-si-crea-un-brand

Cosa significa “branding”? In breve, secondo Wikipedia si tratta de ”l’utilizzo delle tecniche di marketing per la creazione, la gestione e lo sviluppo di una marca”.

Cosa c’entra questo con il web marketing? Moltissimo: basti pensare che la maggior parte delle PMI italiane non si sta ancora impegnando a fondo per sfruttare il canale digitale ed espandere la portata del proprio prodotto/servizio sul mercato. Le possibilità di “emergere” all’interno di una specifica nicchia di mercato sono ancora elevate, quello che serve è uno specifico piano di azione.


Certamente “la prima impressione è quella che conta”, ma è necessario anche mantenere un dialogo costante nel tempo con il proprio pubblico. Non un dialogo monodirezionale ma un “engagement” vero e proprio, ovvero creare un collegamento razionale ed emozionale tra una marca e i consumatori.

Questo collegamento favorisce la propensione all’acquisto molto più di una campagna promozionale una tantum.

Ecco 4 consigli per portare avanti un efficace processo di branding per la tua azienda.

 

DA’ UNA VOCE AL TUO MARCHIO

 

Tutte le aziende hanno bisogno di una forte presenza in termini di comunicazione esterna per ottenere, mantenere ed accrescere nel tempo uno “zoccolo duro” di clienti. Il primo passo è quello di sfruttare il passaparola ottenibile mediante una presenza integrata sui social media.

Condividi la tua esperienza per accrescere la tua reputazione e la credibilità del tuo marchio.

 

EVIDENZIA IL TUO PRINCIPALE VANTAGGIO COMPETITIVO

 

Cosa differenzia il tuo prodotto/servizio da quello dei tuoi diretti concorrenti?

Se possiedi un vantaggio specifico (funzionale, di immagine, ecc.), lo devi sfruttare al massimo! Punta la tua comunicazione su di esso e rendilo visibile al tuo mercato potenziale per aumentare l’awareness di marchio e ottenere maggiore attenzione.

Ad esempio, Volvo si identifica con l’attributo “sicurezza”, Apple con “design”, ecc. Tu in cosa ti differenzi?

 

SII COINVOLGENTE

 

Per essere d’impatto, il tuo marchio deve saper coinvolgere.

Un ottimo servizio al pubblico corrisponde alla capacità di ascoltare e di rispondere in maniera tempestiva ai suoi bisogni.

Identifica i “luoghi” del Web nei quali il pubblico discute dei prodotti del tuo settore e cerca di instaurare un dialogo. Non essere troppo invadente o autoreferenziale.

Fornisci un vero valore aggiunto, e i tuoi clienti/prospect contribuiranno alla tua visibilità grazie al passaparola positivo (il cui potenziale non è certamente da sottovalutare…).

 

RENDI IL TUO MARCHIO MEMORABILE

 

Ricordati che non hai una seconda chance per fare una prima buona impressione!

Alcuni consumatori danno grande importanza al customer service: quando uno di loro ti contatta, rispondi sempre con cortesia (anche se il cliente avesse palesemente torto!) per ottenere un “effetto WOW”. Fai capire che ci tieni alla loro soddisfazione.

Se vuoi fare un passo ulteriore, ricompensa i tuoi clienti migliori attraverso apposite campagne: in questo modo li trasformerai in “brand advocates”, e contribuiranno ad espandere la conoscenza del tuo marchio verso la loro sfera sociale. E lo faranno gratis!

 

PER CONCLUDERE…

 

Vorrei concludere con una frase riassuntiva: favorire il coinvolgimento verso il tuo marchio degli ATTUALI clienti può portarti NUOVI clienti.

In questo periodo storico, dominato dalle conversazioni via web e dai social media, la percezione del marchio da parte dei consumatori non si forma tramite un semplice messaggio promozionale ma attraverso una serie di esperienze nel corso del tempo.

Interagire in maniera corretta ed efficace può portare grandi benefici.

Jeff Bezos, CEO di Amazon, è conosciuto per aver detto che “il tuo marchio si crea in primo luogo non grazie a quello che la tua azienda dice di sé stessa, ma grazie a ciò che l’azienda fa”.

E tu che ne pensi? Hai già attivato delle attività per promuovere meglio il tuo marchio verso i consumatori?

 

Liberamente tratto da: http://socialmediatoday.com/alexhisaka/507198/what-branding-and-how-does-your-business-do-it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
About Carlo Mazzocco

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER per ricevere anche i prossimi!

  • http://twitter.com/DigitalMary MaLù Pettignano

    Come darti torto, troppe aziende (specialmente PM) si limitano ad aprire un sito web, spesso neppure funzionale ai loro obiettivi, giusto per far “presenza”… Comunque è utile diffondere questi concetti, rispetto al passato la situazione sta migliorando…

  • http://www.prodigito.it/blog Paolo Prosperi

    Complimenti per l’articolo, mi trovi d’accordo su tutto ciò che dici. Troppo spesso, come dice anche Malù, le aziende “provano” pseudostrategie di marketing o social network spinti dal “ce l’hanno tutti” e abbandonando il tutto dopo poco tempo. Non capiscono quanto attività di questo tipo siano invece controproducenti per il proprio brand, specialmente se utilizzate impropriamente e con superficialità. Ciao

    • http://www.carlomazzocco.com/ Carlo Mazzocco

      Grazie ad entrambi per i commenti. E per i complimenti :)

  • Pingback: Come Si Costruisce un Brand? – Carlo Mazzocco | molto più che segretaria()