SEO e Social Media per la promozione della vostra azienda

[Mio articolo apparso in origine su Cisco Idea Impresa]

 

Non occorre essere una grande azienda per doversi interessare al SEO (“Search Engine Optimization”). Il SEO è una materia importante per qualsiasi sito voglia essere trovato da potenziali prospect. I motori di ricerca sono lo strumento principale che la maggior parte degli utenti internet utilizza per individuare contenuti, recensioni e pareri prima di decidere l’acquisto di un bene o servizio ad elevato valore aggiunto: proprio per questo motivo un’azienda non può oggi permettersi di non essere visibile sul web.

Di seguito i primi fondamentali step da seguire per iniziare il processo di ottimizzazione del vostro sito per il crawling dai motori di ricerca.

La scelta delle parole-chiave

Occorre innanzitutto analizzare i propri contenuti per capire su quali keyword ci si vuole posizionare per portare traffico qualificato al proprio sito. E’ importante mettersi nel punto di vista degli utenti e capire in quale modo sarà più probabile che ricerchino i prodotti della vostra azienda.
Ci sono molti strumenti online gratuiti per aiutarvi con la ricerca delle keyword, tra i più apprezzati e utilizzati troviamo lo Strumento per le Parole Chiave di Google.

E’ importante notare che le parole chiave con elevato volume di ricerca saranno quelle al cui interno sarà più difficile posizionarsi, mentre i termini con volumi minori possono rappresentare una possibilità di inserirsi in una nicchia di ricerca, con lo svantaggio di non ottenere grandi volumi di traffico. Questo trade-off deve essere opportunamente valutato prima di effettuare una scelta.

 

L’ottimizzazione on-page

Non appena si è scelto un set di termini, è fondamentale ottimizzare le pagine del vostro sito in loro funzione. Non bisogna esagerare con l’utilizzo di tali keyword, per non correre il rischio di essere penalizzati da Google, può essere sufficiente realizzare dei tag “page title” con termini descrittivi dei contenuti effettivamente presenti nelle vostre pagine.
L’ottimizzazione on-page include anche l’utilizzo di appropriate etichette per i link (“anchor text”) e le immagini (“alt-text”), per aiutare i motori di ricerca ad attribuire rilevanza ai vostri contenuti. In termini di usabilità, i visitatori devono essere facilitati nel trovare ciò che cercano: dei link con titoli appropriati e descrittivi li potranno sicuramente aiutare.

 

Il link building

Potete ottimizzare al meglio tutte le pagine del vostro sito ma non otterrete veri risultati finché il resto del web non linkerà i vostri contenuti (“backlinks”).
SEO non significa solamente utilizzare strumenti informatici ma vuol dire anche creare relazioni e trust con persone che si occupano di tematiche simili alle vostre attraverso la condivisione di contenuti ad alto valore aggiunto e potenzialmente virali. E’ dunque importante individuare gli influencer del proprio mercato (blogger, giornalisti, etc.) e offrir loro dei buoni motivi per i quali interessarsi a voi.

L’efficacia di un processo SEO può essere di molto aumentata se si integra anche una strategia basata sull’utilizzo dei Social Media (SM). In un interessante articolo di Top Rank si parla di un circolo virtuoso che SEO e SM possono avviare attraverso un loro utilizzo congiunto:

Cycle-of-Social-SEO

• Create, Optimize & Promote: Il ciclo inizia con la creazione di contenuti ottimizzati e la loro promozione.
• Spark an Interest: Il contenuto è notato, condiviso, votato. Ciò fa accrescere l’awareness del vostro sito.
• Grow the Network: maggiore esposizione significa un maggior numero (potenziale) di sottoscrittori, fan, followers, etc.
• Attract a New Audience: maggiore esposizione in termini di link e condivisioni tramite SM fa aumentare la quantità di ricerche per i propri termini-chiave e il traffico dovuto a referral.
• Extract Insights from Data: con le informazioni acquisite dai dati, è possibile ottimizzare il piano editoriale per una più efficace creazione di contenuti, in linea con i reali interessi del proprio pubblico di riferimento.

Per tirare le somme, le tre cose che ogni azienda interessata ad ottenere maggiore rilevanza e visibilità sul web dovrebbe fare fin da subito sono:

1. Impostare un “programma di ascolto”: analisi della propria audience e delle sue modalità di utilizzo dei motori di ricerca, brand monitoring e costante ottimizzazione-aggiornamento delle proprie keyword.
2. Creare una strategia integrata SEO-SM: creare, ottimizzare e promuovere contenuti potenzialmente condivisibili dai propri clienti e prospect.
3. Facilitare il promuovere e l’essere promossi: costruire un network di distribuzione di contenuti con gli influencer all’interno del proprio mercato di riferimento.

Voi che ne pensate?

2 Comments

  1. Nicola Zarri 01/04/2013

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *