5 passi per la costruzione di un social media plan aziendale

costruzione-social-media-piano-aziendale
Come ho già scritto in questo blog, sono del parere che i Social Media abbiano le potenzialità per spingere un’azienda verso nuovi livelli di operatività e di penetrazione nel proprio mercato di riferimento.
Ma è necessario anche essere concreti. Questo post è indirizzato ai potenziali “pionieri”, a coloro che vogliono far capire alla propria dirigenza che una presenza sul piano social è ormai indispensabile per poter competere efficacemente.

Ecco allora 5 piccoli consigli per iniziare effettivamente a pianificare un’entrata nel mondo social:

Partite con un progetto – pilota

 

Innanzitutto bisogna capire quale funzione aziendale potrebbe trarre maggiore utilità da un impegno sui Social Media. Le vendite? Allora si può pensare a raccogliere prospect su Linkedin o Twitter. Le risorse umane? Si può creare una presenza su Facebook e postare la ricerca di nuovi candidati.

In questa primissima fase è necessario tener traccia del tempo speso in queste attività, perchè bisogna giustificare il fatto che, comunque, la propria attività principale non sta venendo trascurata.

Tenete traccia dei risultati positivi

 

Dopo la fase iniziale si dovrebbero ottenere dei primi risultati. Registrate tutto: visite, leads, commenti lasciati, etc. Raccontare dei semplici aneddoti non basterà quando il management verrà a chiedere i dati.

 

Comunicate

Questo è un punto importante. Quando una massa critica di dati positivi è stata ottenuta, comunicate efficacemente i risultati a chi di dovere. Partite dal vostro diretto superiore con esempi pratici (“Ho passato tre ore extra su Twitter a condividere informazioni sull’azienda e ho ottenuto l’interesse di due nuovi potenziali grossi clienti!“).


Se lavorate in un’azienda medio-grande non abbiate la tentazione di andare a riferire subito al top management: per “far breccia” a quel livello dovete ottenere molti alleati. Partite convincendo il vostro capo e, pian piano, andate avanti. Per esperienza diretta, vi posso confermare che è la miglior tattica da utilizzare.

Espandete

Ora che avete dei primi risultati (e il boss dalla vostra parte!) espandete l’iniziativa ad altre funzioni aziendali. Parlate del progetto pilota in atto con i responsabili di ogni funzione e persuadeteli del fatto che esso potrà dar loro una mano ad arrivare agli obiettivi di fine anno. Portate degli esempi concreti (i dati che avete registrato in precedenza tornano ulteriormente utili): sarà più facile ottenere il loro supporto.

 

Consolidate

Ora che l’iniziativa è condivisa trasversalmente in azienda, è il momento di farsi sentire dal top management e di proporre di consolidare un vero social media plan con la contestuale definizione dei tempi e dei metodi per il raggiungimento dei KPI (“Key Performance Indicator“) che andrete ad individuare.


Questi 5 punti rappresentano, ovviamente, una semplificazione del processo ma possono costituire un primo solido punto di partenza per essere finalmente operativi non solo a parole.

Voi cosa ne pensate?

 

7 Comments

  1. Gianluigi 27/05/2010
  2. Carlo Mazzocco 28/05/2010
  3. ernesto 05/07/2010
  4. ernesto 05/07/2010
  5. Carlo Mazzocco 05/07/2010
  6. Mara Gotti 26/07/2013
    • Carlo Mazzocco 26/07/2013

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *