Sfruttare i Social Media per favorire la collaborazione interna alla vostra azienda

Quando si parla di social media spesso ci si concentra sul rapporto tra impresa e pubblico esterno, e di come la tecnologia può avere un impatto positivo di comunicazione tra le due parti.
Tuttavia i media sociali possono essere importanti anche all’interno della vostra azienda, prima di considerare una vera e propria strategia esterna. Un’adozione interna potrebbe rappresentare un meccanismo per migliorare la comunicazione e nel contempo costituire un utile banco di prova per “prendere la mano” con gli strumenti di condivisione.
Quali sono i fattori interni da tenere in considerazione?

Situazione culturale

 

L’utilizzo dei media sociali nelle aziende rappresenta più un cambiamento culturale che uno meramente operativo. Essa tocca i temi del ruolo delle persone e del cambiamento di responsabilità, della capacità di evoluzione, dello stile di comunicazione, della propensione al rischio. Si potrebbero riscontrare timori, critiche, incertezze su aspetti legati alla produttività, o “cortocircuiti” nelle tradizionali modalità di comunicazione e nei flussi informativi interni dell’azienda.

 

 

Proprio per questo è necessaria una preventiva analisi interna sulla “propensione” alla comunicazione e allo scambio di conoscenza, per poter evidenziare eventuali criticità e per capire dove effettuare interventi migliorativi.

 

Valutazione del rischio

 

L’attuazione di un programma interno di social media può contribuire a stimolare la discussione su alcuni dei principali ostacoli all’adozione su più ampia scala: la valutazione del rischio. Considerare le implicazioni di aprire canali di comunicazione multipli, consentendo feedback e commenti, può portare a discussioni su potenziali rischi come i costi, la produttività, la riservatezza, l’affidabilità, la tecnologia di accesso.

 

 

Sostenere queste prime discussioni solamente all’interno della propria azienda può essere un buon inizio per mitigare e far fronte a tali rischi in un lasso di tempo contenuto e con la possibilità di testare le soluzioni prima di renderle visibili esternamente.

 

Internal Branding

 

Le aziende a volte non valorizzano a fondo il proprio marchio a livello interno e non creano un’identificazione del personale con la mission e la vision aziendale (cosa peraltro di grande importanza per favorire un aumento della produttività). L’utilizzo di reti sociali interne può favorire una più ampia discussione sugli obiettivi aziendali e può consentire a tali conversazioni di “passare” attraverso i livelli gerarchici, superando i classici silos aziendali e dando la possibilità a tutti di fornire il proprio contributo.

 

 

I dipendenti possono in tal modo ottenere una maggiore comprensione delle strategie aziendali attraverso la condivisione delle informazioni e il dialogo. Il management può invece raccogliere feedback sulla penetrazione del marchio e su ciò che pensano i lavoratori interni. Una più ampia comprensione degli obiettivi dell’azienda può spesso portare a migliori modalità di lavoro e di interfaccia tra i diversi attori aziendali, facilitando l’ottenimento di obiettivi comuni.

 

Generazione di nuove idee

 

Come dice spesso il mio diretto superiore, “ognuno può avere l’idea vincente!”. I piccoli cambiamenti o le idee innovative possono provenire da qualsiasi membro dell’azienda. Ciò che spesso impedisce alle idee nascoste di emergere è la mancanza di un meccanismo per condividere la propria conoscenza e la mancanza di chiare policysulle modalità di condivisione delle stesse. In un certo senso, spesso le persone sentono di “non avere il permesso” di esprimere le proprie idee se queste non sono pertinenti alle loro abituali mansioni o se esulano dalla loro area funzionale.

 

 

Semplici tecnologie come wiki forum, oppure strumenti di condivisione come blog bacheche con osservazioni, possono fornire ampie opportunità di condivisione, creazione e costruzione di nuove idee e di nuova conoscenza aziendale. Questa modalità di lavoro collaborativo può generare un maggiore commitment e garantire una maggiore visibilità all’interno dell’azienda alle persone più brillanti.

 

Network Building

 

Dare ai dipendenti l’opportunità di raccogliersi (in “modalità virtuale”) attorno a punti di interesse comune può sbloccare collaborazioni, amicizie, rapporti di lavoro più forti. Collaborare può aiutare a trovare più facilmente persone con competenze complementari alle proprie. Lavorare a rete aiuta la creazione spontanea di gruppi di lavoro focalizzati su tematiche comuni e favorisce il mantenimento di un alto livello di morale.

 

 

Queste sono solo alcune idee per iniziare a pensare ai mezzi di comunicazione sociale all’interno del proprio business. Voi cosa ne dite?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
About Carlo Mazzocco

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER per ricevere anche i prossimi!

  • http://PaoloZangirolaminoreply@blogger.com Paolo Zangirolami

    Sempre post molto utili ed interessanti..non finirò mai di farti i complimenti per la tua attività di blogging!Buon Natale e Buone feste all'insegna del KM :-)Paolo

  • http://www.blogger.com/profile/05986310202980070795 Carlo Mazzocco

    Troppo gentile Paolo! Auguro anche a te, di cuore, Buon Natale e Felice 2010! :)

  • http://www.blogger.com/profile/10430000335588537773 Manuel

    Paolo…. le tue intuizioni sono semplici ed innovative ma chi le capisce mi sembra siano sempre le figure non decisive all'interno dell'azienda e quindi poco in grado di applicacare ed imporre questi semplici cambiamenti!ComplimentiManuel

  • http://www.blogger.com/profile/05986310202980070795 Carlo Mazzocco

    Certo Manuel, solitamente le PMI sono molto più focalizzate sulla gestione della produzione nell'immediato e sul rispetto delle tempistiche di consegna del prodotto/servizio, piuttosto che sullo sviluppo di una strategia di promozione e vendita a medio-lungo termine.Purtroppo questa è (quasi) sempre la realtà che ci troviamo ad affrontare. Non mi stancherò mai di ripetere che è importantissimo puntare sul cambiamento culturale: servono "evangelizzatori" che presentino i vantaggi dei social media ai titolari delle aziende. Bisogna anche rendersi conto che le nuove generazioni tenderanno ad assumere per scontato un modo di lavorare fortemente incentrato sulla condivisione del sapere: rifletteranno nella loro attività lavorativa quello che già ora fanno sui social network generalisti. E le aziende che per prime lo capiranno (e sapranno pubblicizzare tale scelta) saranno anche quelle che potenzialmente potranno attrarre le menti migliori nel prossimo futuro. E' una cosa da non sottovalutare, secondo me.Grazie del tuo commento e buone feste!

  • Christian Forgione

    Trovo sinceramente un po’ azzardato il “salto” come l’utilizzo di social internamente possa contribuire a sviluppare l’argomento Valutazione del Rischio , sugli altri condivido appieno .. ottimo spunto !

  • Pingback: Sfruttare i Social Media per favorire la collab...